Roma 2021

LabRoma
Roma 2021 / A due giorni dal voto il centrodestra ‘rispolvera’ il Patto per Roma

“Roma non è una città come le altre: è la Capitale della Repubblica Italiana, della cristianità, del Mediterraneo e della cultura mondiale”. E’ quanto si legge nel Patto per Roma, sottoscritto dai leader del centrodestra e diffuso ai media a tre giorni dal voto per il ballottaggio dal quale uscirà il futuro sindaco di Roma fra Roberto Gualtieri ed Enrico Michetti.

LabRoma
Elezioni Municipio IV Roma / Umberti (Pd), se vinciamo noi gli esponenti di Casapound rimarranno fuori

Nei 15 Municipi di Roma sarà ballottaggio. Il 17 e il 18 ottobre i romani saranno chiamati a votare in tutti i Municipi per decretare i prossimi presidenti. Massimiliano Umberti, candidato Presidente al Municipio IV con Gualtieri sindaco, raggiunto dalla nostra redazione ha risposto ad alcune domande riguardo il proprio programma.

LabRoma Politica
Da ‘Michetti Chi?’ a ‘Michetti Fascista’: la Crociata che ricompatta la sinistra

Il passaggio da “Michetti Chi?” a “Michetti fascista” è stato repentino quanto, tuttavia, prevedibile. Una delle peggiori campagne elettorali della storia repubblicana non poteva, infatti, non terminare con l’identificazione del nemico, rigorosamente fascista e antisemita, per completare la chiamata alle armi di una sinistra che su Roma, del resto, non tocca palla dal 2006, escludendo, per bontà, gli anni del marziano Marino. 

LabRoma Politica
“Michetti neofascista”, le folli accuse e il voto inquinato dal fantasma dell’estremismo

Il candidato sindaco di Roma, Enrico Michetti “viene da un mondo della destra destra destra. Forse anche un po’ neofascista..”. Parole che rimandano la memoria ad un passato che credevamo fosse sepolto. Parole gravi tanto più se provengono da una giornalista come Lilli Gruber, ieri sera durante la trasmissione Otto e Mezzo su La7. 

LabRoma
Gualtieri-Michetti, è caccia agli ‘orfani’ di Calenda

Li riconosci dallo sguardo smarrito. Si cercano, si consultano, confabulano. Al bar mentre addentano un cornetto. O in chat con messaggi compulsivi. Il dilemma li attanaglia. Sono gli “orfani” di Calenda. Chi nella candidatura a sindaco di Roma del leader di Azione ci aveva creduto dalle prime battute.