Giustizia

Giustizia
Giustizia / Il ruolo delle indagini per un giusto processo

In Italia, per la Cassazione (cfr. sentenza 24901 del 2008) la durata ragionevole di un processo è considerata quella che rispetta il termine di 3 anni per il giudizio di primo grado e di 2 anni per quello di secondo grado (legge Pinto). Malgrado l’esistenza di precise norme nazionali e internazionali, la “ragionevole durata” del processo rappresenta in Italia una chimera per la difficile situazione in cui versano le nostre strutture giudiziarie per la cronica esiguità del personale (magistrati e ausiliari).

Giustizia
Avvocati / Sulla riforma dell’esame di Stato si poteva osare di più

La nuova ministra della Giustizia, Marta Cartabia, prendendo a cuore il problema dei giovani futuri avvocati, il 12 marzo ha licenziato un D.L. che, prendendo atto dell’impossibilità di svolgere prove “ordinarie” fra un mese, sinteticamente, prevede: due prove orali, il candidato nella sede d’esame, la commissione da remoto, una sola materia, scelta dal candidato, per la prima prova e molte più sottocommissioni.