istruzione

Attualità Esteri
Dossier Onu, solo il 34% dei rifugiati è iscritto a scuola

Nel biennio 2019-2020 la percentuale dei rifugiati iscritti alle scuole secondarie è stata solo del 34%, un dato che, in quasi tutti i Paesi, è inferiore rispetto alla percentuale di iscrizioni registrata tra i giovani della comunità ospitante. E’ quanto emerge dal Rapporto UNHCR 2021 su rifugiati e istruzione, intitolato Staying the Course: The Challenges Facing Refugee Education. 

Attualità
Presunti maltrattamenti a scuola: le telecamere in classe non risolvono

Sorprende che a nessuno interessi dare una spiegazione al fatto che il fenomeno dei Presunti Maltrattamenti a Scuola (PMS) ha luogo nella sola Italia e in nessun altro Paese occidentale. Possibile che le “maestre cattive” si trovino esclusivamente nella nostra Penisola, quasi si tratti di una singolare affezione genetica nazionale?

Politica
La scuola estiva e la propaganda del governo dei “migliori”

In questi mesi le funamboliche trovate per ravvivare il dibattito sulla scuola in tempo di pandemia hanno acquistato il tratto, spaesante e grottesco, della recita carnevalesca. Chi pensava al nuovo corso ministeriale come a un’era di grigi burocrati al potere dopo il movimentismo fru-fru in salsa grillina, deve ora ricredersi, non foss’altro per il disinvolto esercizio creativo dell’annuncite, che a quanto pare contagia, dalle parti di viale Trastevere, gli accademici e i “migliori” non meno che gli improvvisati predecessori, congedati in fretta e furia come miracolati parvenu.

Governo
L’ossessione dello “sviluppo”: la scuola del neo-ministro Patrizio Bianchi

Il neo ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e il suo modello di scuola. Competenze, abilità, capitale umano: intorno a questo lessico tutt’altro che inoffensivo si raggruma, come è evidente, una certa idea della scuola appiattita sulle sue funzioni propedeutiche al mercato del lavoro.