Il venerdì di LabParlamento

Il Venerdì
24-28 luglio

Rush finale in vista di agosto: via libera a Banche Venete e Vaccini. In dirittura d’arrivo Mezzogiorno e Concorrenza

di Simona Corcos

Con la pausa estiva alle porte sono stati diversi i provvedimenti approvati questa settimana dal Parlamento.

Diventano legge le misure sul salvataggio delle Banche Venete e sulla prevenzione vaccinale.

Approvato inoltre a Montecitorio il testo in materia di abolizione dei vitalizi e la nuova disciplina delle pensioni dei membri del Parlamento, che passa all’esame del Senato.

L’Aula di Palazzo Madama ha dato via libera con voto di fiducia al maxiemendamento interamente sostitutivo del DL Mezzogiorno che è passato all’esame della Commissione Bilancio di Montecitorio.

L’approvazione definitiva, senza ulteriori modifiche, è prevista per la prossima settimana.

Dopo 2 anni e mezzo di lavorazione si sta per concludere l’iter del DL Concorrenza che dovrebbe essere approvato in Senato in via definitiva mercoledì 2 agosto, con voto di fiducia.

Dopo aver chiuso la fase delle audizioni, le Commissioni Ambiente e Lavori pubblici del Senato hanno iniziato la discussione dell’affare assegnato sulla mobilità sostenibile.

Ripreso il dibattito relativo alla legge elettorale con un intervento del Presidente della Repubblica Mattarella, che ha sollevato nuovamente l’urgenza di riprendere i lavori, rimandati a settembre. “Ho tante volte esortato a fare la legge elettorale, ricordando il dovere del Parlamento rispetto a questa questione. Rimangono tuttora disomogeneità e lacune. Ma vi è ancora la possibilità di intervenire”, ha dichiarato Mattarella, ricordando la necessità di un impegno per un’ampia partecipazione al voto.

Sul fronte di Palazzo Chigi via libera alla missione italiana di supporto alla Guardia Costiera libica.

Si segnala infine che il Segretario del Pd Matteo Renzi ha ridisegnato la geografia del partito in vista della conferenza programmatica di ottobre e della campagna elettorale, assegnando a venti donne e venti uomini aree di competenza e creando un gruppo ristretto di comando.