Silvio Berlusconi

#Quirinale2022
Nebbia sul Colle / La Caporetto dei partiti inizia con una ‘falsa partenza’

Sole pieno, tramontana neppure troppo rigida, una temperatura superiore ai 10 gradi. E’ questo il clima che la carica dei 1.009 grandi elettori, convocati alle ore 15 in seduta comune a Montecitorio per eleggere il successore di Sergio Mattarella al Quirinale, troveranno oggi (e nei prossimi giorni) nella Capitale.

#Quirinale2022 Politica
Che piaccia o meno Berlusconi è una “costituzione materiale” vivente

Sulla scorta del sommo pensiero del 1940 del Mortati, ho scritto molto sulla c.d. costituzione materiale sia in sede monografica che in forma di paper. La Costituzione del 1948 non è quella applicata in questi ultimi anni. Il parametro delle nostre leggi possiede un’altra sostanziale formulazione. Nelle Aule di Montecitorio, Palazzo Madama e Palazzo Chigi, al Quirinale e alla Consulta, il paradigma in questi decenni è una Costituzione del 1948 riveduta e corretta, seppur non esplicitamente. 

#Quirinale2022
Rebus Quirinale, le sliding doors di Mario Draghi

Draghi o non Draghi nuovo Presidente della Repubblica? Questo è il problema o il dilemma. Da mesi sui format politici televisivi, sui quotidiani e sui siti web tematici non si parla d’altro, a parte il topic onnipresente del Covid-19, il che, vista la cacofonia del “giornale unico del virus”, potrebbe non essere poi così negativo.

Politica
Maimone (Nd.it): “Lo spirito della DC non è mai morto”

“Ho assistito pochi giorni fa alla presentazione del libro di Gianfranco Rotondi, dal titolo “La variante DC” . Tra i relatori vi era Alessandro Sallusti, Direttore di Libero Quotidiano, le cui parole sono state quelle che ho maggiormente apprezzato, soprattutto  quando ha affermato che Cossiga  sosteneva che due cose non muoionomai e sono la bellezza e lo spirito della Democrazia Cristiana. Ritengo vero che lo spirito della  Democrazia Cristiana non sia mai morto e che non morirà mai” ha dichiarato Biagio Maimone, ideatore della corrente di pensiero nuovademocrazia.it, il quale ha aggiunto: “Non a caso il partito politico Democrazia Cristiana, per molti anni, ha governato l’Italia, pur subendo distorsioni di percorso, a volte lontane dai suoi  principi fondativi. 

#Quirinale2022 Politica
Con Draghi al Colle la prima di un presidente senza tessere di partito

Manca poco più di un mese alla scadenza del mandato di Sergio Mattarella alla Presidenza della Repubblica e – con crescente ansia per assicurarsi nella carica una personalità “amica” – la politica italiana pare tutta concentrata e in fibrillazione per la scelta del successore. 

Politica
I dolori del giovane Fedez, tra aspirazioni politiche e lancio del nuovo album

Da Silvio che ritorna in versione wifi, passando per Donald Trump che si allena a Risiko, fino ai comunisti col rolex che cantano “bella ciao bella ciao” sognando la rivoluzione. La politica, nel mondo di Fedez, non è mai mancata. Non dovrebbero destare troppo scalpore, quindi, i fatti dei giorni recenti. Fedez compra un dominio ‘Elezionifedez2023’, i media abboccano, ma è solo una trovata pubblicitaria per il lancio del suo nuovo album: ‘Disumano’.

Politica
Alla ricerca di un centro di gravità permanente

La sbornia del G20, il successo mediatico dell’Italia che “fu” dal Colosseo all’Eur, con finale alla ‘volemose bene’ a Fontana di Trevi, ci restituisce ad una realtà desolata che viaggia convintamente nel nulla di fatto, con l’onnipresente minaccia di chiusure sanitarie, terze dosi, varianti a cui francamente la gente non presta più attenzione. 

Editoriali Politica
Gli Uomini della Provvidenza (mai eletti) e la democrazia (negata) delle urne

1948, 1994, 2023. C’è un filo invisibile che lega le tre elezioni politiche più decisive della nostra storia, quelle che hanno rappresentato una cesura netta con la fase storica precedente e che, con un effetto cinematografico e meta cronologico da “sliding doors”, avrebbero potuto indirizzare in una direzione completamente diversa il corso della storia nazionale.