Politica
Se Green Pass fa rima con Telepass

Nei suoi spettacoli – e in alcuni video pubblicati su Youtube – Balasso così illustrava questa sua teoria: “Siamo entrati in un cortocircuito mentale, secondo cui più stanno male gli altri, più stiamo bene noi. È il principio del Telepass. Se tu passi col Telepass e nei caselli vicini non c’è nessuno, tu passi e il tuo stato d’animo non cambia. Ma se tu passi col Telepass e i caselli vicini sono pieni di gente in coda che aspetta col biglietto in mano, tu sei felice! Ma perché non eri felice prima? Perché quello che ti fa felice non è l’idea di passare, è l’idea che non passino gli altri!”. 

Politica
Tornato il ’22, torna anche il pericolo fascista?

Correva l’anno 1922 quando, un po’ a sorpresa, il cavaliere Benito Mussolini veniva nominato dal Re Vittorio Emanuele III – dopo lo svolgimento della cosiddetta “marcia su Roma” – presidente del consiglio dei ministri. Il futuro Duce avrebbe mantenuto quella carica fino all’estate del 1943, dando così inizio a un famigerato “ventennio”. 

Politica
Suppletive Camera / Nessuno al seggio: l’agonia del suffragio universale

Se già il dato dei votanti alle amministrative di ottobre 2021 era stato uno dei più bassi della storia – fin da quando, nel 1912, Giovanni Giolitti introdusse in Italia il suffragio universale – con le suppletive romane del 16 gennaio 2022, indette per eleggere il sostituto al seggio parlamentare lasciato vacante da Roberto Gualtieri, il fondo è stato forse toccato. Solo poco più di un elettore su dieci si è recato alle urne: un segnale molto preoccupante per la tenuta democratica del paese.

Politica
Il Green Pass e l’abolizione (di fatto) dei contratti a tempo indeterminato

Ve le ricordate le polemiche sull’abolizione dell’articolo 18 e sul jobs act? Coi sindacati e la sinistra più intransigente a fare le barricate, mentre il buon Matteo Renzi vedeva rapidamente eroso il grande consenso di cui godeva all’epoca, finendo poi per lasciare Palazzo Chigi, anche a seguito della pioggia di critiche che gli capitò fra capo e collo per quei provvedimenti, soprattutto da parte di molti suoi alleati. 

#Quirinale2022 Politica
Quirinale 2022 / Comunque vada sarà un successo: la strategia win-win della Lega

Gli improrogabili impegni familiari che hanno costretto a Varese il ministro leghista Giancarlo Giorgetti, impedendogli di partecipare all’ultimo e assai concitato CdM, quello che ha deciso l’approvazione dell’obbligo vaccinale per gli over 50, forse potrebbero cambiare, in un sol colpo, sia le future sorti del governo, sia quelle dell’elezione per il prossimo inquilino del Quirinale. 

#Quirinale2022 Politica
Quirinale 2022/ La variante D’Alema scuote la sinistra e gela la corsa di Draghi

“D’Alema, dì una cosa di sinistra! Dì una cosa anche non di sinistra, di civiltà… D’Alema dì una cosa, dì qualcosa! Reagisci!” Era il 1998 quando il film “Aprile” di Nanni Moretti uscì nelle sale e questo monologo del regista – disperato davanti al silenzio di Massimo d’Alema durante un dibattito televisivo – divenne proverbiale.

Politica
Covid / L’emergenza non finirà a marzo: cosa ci dice (ma non ci scrive) il nuovo decreto

Il decreto concordato dal governo in data 23 dicembre 2021, quello nato dalla riunione del cosiddetto “tavolo di regia” prenatalizio, ha previsto un’ulteriore stretta delle misure adottate per il contenimento della pandemia. Tutti i principali organi di stampa hanno elencato le nuove disposizioni introdotte: obbligo di mascherine all’aperto, ffp2 nei luoghi chiusi, super green pass nei musei o al bancone del bar, chiusura delle discoteche, riduzione della durata del certificato verde da nove a sei mesi, eccetera. Nessuno si è però soffermato ad analizzare anche un’ulteriore e importante novità – sebbene non esplicitamente scritta – che l’applicazione del decreto renderà di fatto operativa. Vediamola rapidamente insieme.