Matteo Salvini

Giustizia
Il momento storico perfetto per riformare la giustizia

Nei giorni scorsi, Matteo Salvini e il partito Radicale hanno presentato e depositato in Cassazione i 6 quesiti referendari per riformare la giustizia: la responsabilità civile diretta dei giudici, la separazione delle carriere tra magistrati inquirenti e giudicanti, la revisione della custodia cautelare per limitarne gli abusi, l’abrogazione della legge Severino per spezzare la subalternità del potere legislativo ed esecutivo a quello giudiziario, il voto per i membri non togati dei consigli giudiziari e l’abolizione della raccolta firme per le liste dei magistrati.

Economia Politica
Dal blocco licenziamenti alla riforma della giustizia. Tutto cambia perché nulla cambi

Sarebbe più opportuno e consono porre le imprese nelle condizioni di affrontare il proprio mercato con strumenti più idonei a contrastare concorrenza di chi produce in Paesi ove i costi sono più bassi e la tassazione è maggiormente equa, oppure agevolare la creazione di infrastrutture finalizzate e funzionanti o eliminare ogni inutile intoppo creato dalla burocrazia farraginosa e dilagante.

LabRoma
Roma 2021 / Meloni e Salvini a caccia di un civico

“Vogliamo convergere su candidati espressione del civismo per allargare il fronte”. Il summit del centrodestra si è da poco concluso e se l’intesa sui nomi dei candidati sindaci in vista delle amministrative di ottobre, in primis Roma e Milano, sembra ancora lontana, su una cosa Giorgia Meloni e Matteo Salvini sembrano essere finalmente d’accordo: puntare sul civismo per convincere il 44% dei romani che, stando all’ultimo sondaggio Tecnè per Adnkronos, è ancora indeciso.

LabRoma
Dietro al ‘niet’ di Bertolaso le faide romane fra Lega e Fdi

“Leggo su giornali questa mattina di virgolettati che non mi appartengono. Sono stato chiaro e l’ho ripetuto in ogni modo. IO NON MI CANDIDO. Se ne facciano tutti una ragione”. Parole che non lasciano speranza o che faranno tirare un sospiro di sollievo a quanti, soprattutto dalla parte di Colle Oppio non vedevano di buon grado l’imposizione di Guido Bertolaso a candidato sindaco di Roma da parte del partito di via Bellerio.

Governo Politica
Il “pompiere” Draghi alla prova del coprifuoco

Oggi, lunedì 26 aprile, l’Italia guidata dal Governo Draghi torna quasi totalmente in zona gialla, con la riapertura dunque, questa volta anche a cena, di ristoranti e bar, seppur con determinati condizioni e situazioni strutturali. C’è però un nodo da sciogliere, che sta fortemente dividendo la politica nazionale ed in particolar modo il Governo: il coprifuoco. Per Decreto è imposto alle ore 22, ad oggi fino alla fine di luglio, ma sono tanti tra Sindaci, Governatori ed esponenti politici che stanno dando battaglia per posticiparlo o addirittura eliminarlo.