LabRoma Politica

Intervista a Luxuria, sfregio metro Colosseo figlio dell’odio contro Ddl Zan

Vandalizzata dopo appena 24 ore dall’inaugurazione la fermata della metro B di Roma Colosseo, che si era tinta di arcobaleno in occasione del “Pride month”, il mese dell’orgoglio. L’accaduto potrebbe essere stato ripreso dalla videosorveglianza, vista la presenza di una moltitudine di videocamere che è possibile trovare in ogni angolo della stazione. 

Vladimir Luxuria, impegnata da anni nel movimento per i diritti della comunità LGBT, in un’intervista a LabParlamento sottolinea che “purtroppo, nell’ultimo periodo stiamo registrando un aumento esponenziale dei casi di aggressione e situazioni come quella che si è verificata poche ore fa nella capitale”. 

Questo perché il Ddl Zan viene strumentalizzato da alcuni personaggi televisivi e dal giornalismo stesso. Tutto questo purtroppo scatena alcune persone come a difendersi da questa minaccia. E come lo fanno? Con queste aggressioni e atti vandalici. A me dispiace molto, è una brutta pagina per la nostra città. La stazione di Porta Venezia a Milano è dedicata da anni al “rainbow”, mentre a Roma è stata allestita solo da quest’anno. Sicuramente non ci pieghiamo di fronte a quest’atto e cercheremo di ripristinarla il prima possibile”.