Facebook

Attualità
Instagram alla sbarra per i danni alla salute mentale dei giovani

Un gruppo bipartisan di procuratori generali di diversi stati americani hanno acceso i riflettori su Meta, la nuova società precedentemente nota come Facebook. Al centro delle indagini la presunta consapevolezza (e conseguente omissione) degli effetti deleteri sulla salute mentale dei giovanissimi di Instagram, la celebre applicazione di foto, video e storie di proprietà di Mark Zuckerberg.

Attualità
Facebook fa marcia indietro e dice stop al riconoscimento facciale

Un miliardo di utenti del più famoso social network del mondo può finalmente tirare un sospiro di sollievo: Facebook, in base a quanto annunciato qualche giorno fa, eliminerà tutti i dati raccolti in questi anni riguardanti la scansione del volto degli iscritti alla celebre piattaforma, affermando di voler “trovare il giusto equilibrio” tra privacy e tecnologia.

Attualità
Facebook e violazione della privacy: il social a giudizio per risarcimenti multimilionari

Le grane per Facebook non finiscono mai. Appena mercoledì scorso il procuratore generale del Distretto della Columbia, Karl Racine, ha citato a giudizio l’amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, in una causa riguardante la mancata protezione dei dati personali dei consumatori da parte del popolare social nell’affaire Cambridge Analytica.

Attualità
Alle tech companies fanno gola i dati sanitari

Sta facendo scalpore l’accordo sottoscritto qualche giorno fa tra Google e la catena ospedaliera americana HCA Healthcare finalizzato a sviluppare algoritmi sanitari utilizzando le cartelle cliniche dei pazienti. Grazie all’intesa, Google entrerà in possesso di milioni di dati sanitari digitali e dei dispositivi medici connessi a Internet, così da migliorare le decisioni dei medici grazie all’Intelligenza artificiale. Con buona pace della privacy.

Attualità
Un social per gli under 13, la proposta di Facebook bocciata negli Usa

Sta facendo discutere l’ultimo progetto di Facebook, ovvero quello di creare un social interamente dedicato ai più piccoli. L’idea non ha soltanto fatto balzare dalla sedia molti esorcisti, ma anche 44 procuratori statunitensi che, in una lettera aperta al fondatore della popolare piattaforma, hanno chiesto di abbandonare i piani di “Instagram Kids”, una versione baby del social Instagram (sempre di proprietà dell’azienda di Menlo Park) dedicato a tutti i minori di 13 anni.