Attualità
Quando la tecnologia è nemica dei bambini: Alexa e quella proposta pericolosa

Tra le funzioni di Alexa – l’assistente virtuale domestico di Amazon – c’è un nutrito parterre di giochi che, per ingannare il tempo, grandi e piccini possono fare insieme, specie se annoiati dalla reclusione forzata imposta dal dilagare (nuovamente) della pandemia.

Attualità
Gli aspirapolveri-robot non raccolgono solo sporcizia (ma anche dati personali)

Spazzini casalinghi sempre più sofisticati, con videocamere avanzate e dotati di intelligenza artificiale. La nuova generazione di robot domestici per la pulizia dei pavimenti è sempre più performante, grazie ad un nutrito equipaggiamento tecnologico che consente loro di pulire a fondo e con efficacia. Ma non è tutto pavimento quello che luccica.

Attualità
Il Metaverso di facebook: appena nato è già diventato un altro luogo ostile alle donne

Come temuto e profetizzato da LabParlamento appena qualche settimana fa, lo spazio virtuale creato da Facebook e denominato Metaverso (una realtà virtuale tridimensionale che viaggia sulla rete all’interno della quale ogni singolo abitante del pianeta può accedere e vivere in un mondo parallelo attraverso un avatar) si sta già rivelando pericoloso. 

Attualità
Esigenze di giustizia e privacy dell’indagato: il sequestro di telefoni deve essere rapido e puntuale

Messaggi pubblici e privati più o meno segreti, insieme a foto, chat, conversazioni, profili social e chi più ne ha più ne metta: le informazioni più intime e nascoste sono ormai custodite dentro smartphone, tablet e personal computer, insieme a prove di reato, illegalità e illeciti vari. Una vita ormai digitale, con la conseguente dematerializzazione delle informazioni, sia legali che meno legali. Per questo risulta fondamentale, in sede di indagine di polizia giudiziaria, acquisire le prove degli indebiti direttamente sulle apparecchiature tecnologiche degli indagati, una vera “scatola nera” a disposizione degli inquirenti. Ma anche la possibilità di sbirciare nei telefoni e nei computer deve fare i conti con la privacy degli indagati, e non sempre è facile operare il giusto bilanciamento tra esigenza di giustizia e diritti inalienabili della persona, ancorché sospettato di imbrogli.

Attualità
Contenuti illeciti sul web: nuovo sì dalla Cassazione alla responsabilità dei provider

Siti e piattaforme web non sono responsabili per la violazione dei diritti d’autore soltanto se si limitano a “trasportare” video, immagini e ogni sorta di materiale su di essi caricati. In caso contrario, ovvero qualora intervengano attivamente e consapevolmente nella gestione dei contenuti, sono da ritenersi “hosting attivi” e, dunque, perseguibili per quanto accade nella rete. Ad affermarlo, lo scorso 13 dicembre, la Suprema Corte di Cassazione, chiamata ad esprimersi in relazione ad un ricorso intentato da RTI-Mediaset nel lontano 2011.

Attualità
Deepfake tra porno e resuscita-morti: i sentimenti contrastanti di questa nuova tecnologia

La tecnologia deepfake, ovvero la possibilità di creare immagini e video contenenti vip, politici o la ragazza della porta accanto intenti a compiere azioni o pronunciare discorsi totalmente “irreali”, grazie alle recenti tecniche di fotomontaggio, sta prendendo sempre più piede, creando un notevole allarme sociale.

Attualità
L’FBI rivela come WhatsApp (e tanti altri) comunicano chat, dati e informazioni

Nel mondo del web non c’è nulla di privato e nulla viene scritto con la matita. Ultimo documento scottante, in ordine di apparizione, quello scoperto da Property of the People, un’organizzazione senza scopo di lucro specializzata nella ricerca della trasparenza governativa al servizio della democrazia.

Attualità
L’ultima follia del web? Scarpe pregiate da far indossare ai propri avatar (al costo di 10 mila dollari)

A leggere quanto riportato qualche giorno fa dal Daily Mail, c’è davvero da uscire di senno per quanto la notizia abbia dell’incredibile. Secondo il tabloid britanicco, Nike starebbe per sbarcare nel Metaverso, grazie all’acquisizione dell’azienda produttrice di scarpe da ginnastica RTKFT. Fin qui nulla di strano, se non per il fatto che proprio RTKFT produca calzature esclusivamente virtuali, indossabili soltanto da avatar all’interno della realtà virtuale creata da Mark Zukerberg.