apple

Attualità
Scure Antitrust su Apple e Google: i dati degli utenti vanno tutelati

In un recente provvedimento dell’Antitrust, il guardiano della concorrenza ha acceso un faro sull’utilizzo delle informazioni che gli utenti rilasciano (o sono costretti a rilasciare, pena l’impossibilità di utilizzo del servizio) ai giganti del web, un tesoro di notizie utili alle tech companies per profilare chi sta dall’altra parte dello schermo o smanetta su un telefono, potendo in tal modo offrire alla clientela servizi sempre più adatti alle proprie esigenze, con conseguente aumento dei profitti.

Economia
Tassa globale al 15%, il regalo dell’Ocse alle Multinazionali

FAMAG è l’acronimo che identifica Facebook, Apple, Microsoft, Amazon e Google, ovvero le big 5 statunitensi che per capacità patrimoniale sono in competizione con Giappone e Germania, cioè con la terza e quarta potenza mondiale a livello economico. Basterebbe questo per trarne le conseguenze di uno squilibrio evidente a livello globale. 

Attualità
Superato il Rubicone della privacy: adesso Apple potrà guardare dentro gli iPhone

Dopo la deroga approvata dal Parlamento UE lo scorso 6 luglio, con il conseguente disco verde per i fornitori di servizi di messaggistica (da WhatsApp a Messenger, passando per Gmail) a scansionare automaticamente le e-mail, i profili social e i messaggi su tutti i telefoni degli europei alla ricerca di materiale pedopornografico (c.d. chatcontrol), adesso è il turno di Apple, impegnata in prima linea nel contrasto agli abusi sui minori.