Il venerdì di LabParlamento

Il venerdì di LabParlamento (16 – 20 maggio)

Una settimana di lavori tra Camera, Senato e Governo

Mercoledì 18 maggio l’Aula del Senato ha approvato il DdL in materia di istituzione del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, che tornerà per una nuova lettura alla Camera. Nel corso della settimana appena conclusa, l’Assemblea di Palazzo Madama ha inoltre dato inizio alla trattazione del Disegno di Legge Delega per il riordino delle professioni sanitarie.

Rimanendo sulle attività del Senato, va segnalato che la Commissione Politiche Ue ha avviato l’esame del DdL Delegazione europea 2015, mentre in Commissione Giustizia ha preso il via la discussione del Disegno di Legge inerente l’attribuzione del cognome ai figli. Al contrario, in Commissione Agricoltura si è concluso l’iter del DdL in ambito di competitività del settore agricolo (collegato alla Legge di Stabilità 2016).

In aggiunta, martedì 17 maggio la Commissione Ambiente ha illustrato i risultati della consultazione pubblica da essa condotta sulla strategia dell’Unione europea in campo di economia circolare.

Per quanto concerne i lavori della Camera, mercoledì 18 maggio l’Aula ha licenziato con modifiche il provvedimento sulle modalità di demolizione di opere abusive, che continuerà quindi il proprio percorso al Senato.

Sul fronte delle Commissioni di Montecitorio, nei giorni scorsi la Commissione Cultura ha intrapreso l’esame del Decreto Legge in materia di funzionalità del sistema scolastico, laddove in Commissione Giustizia è giunto al termine l’iter delle misure inerenti il contrasto al genocidio e ai crimini di guerra.   

Dal lato del Governo va evidenziato che, con le nomine di Giovanni Orsini a Capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico e di Andrea Napoletano a Capo della Segreteria tecnica del Ministro, Carlo Calenda ha definito la composizione del suo staff al Mise. L’avvenuto insediamento del nuovo Ministro porterà allo sblocco di vari dossier rimasti in sospeso dalle dimissioni di Federica Guidi, a cominciare dall’esame del DdL Concorrenza nella Commissione Industria di Palazzo Madama, che è previsto riprenda la prossima settimana.

Infine, sul piano dell’attualità politica va evidenziato che Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia hanno costituito un Comitato per il no alla riforma della Costituzione, presieduto dall’ex presidente della Corte Costituzionale Annibale Marini.

di Andrea Spuntarelli