Esteri Giustizia
Con la super Procura Europea Bruxelles commissaria le magistrature nazionali

E’ operativa la prima magistratura inquirente europea con la sigla EPPO ed è in carica la prima Procuratrice Capo Europea, Layra Codruta Kovesi, di nazionalità rumena. Amplissima la competenza per materia e territoriale del nuovo ufficio inquirente, a cui hanno aderito 22 paesi dell’Unione.

Economia Politica
Anche con il governo Draghi “io speriamo che me la cavo”

Il CDM del 30 giugno 2021 ricorda certi Cdm della Prima Repubblica. In limine di un termine che l’Unione europea aveva già indicato come non prorogabile è sparito il blocco dei licenziamenti. Ampliata la CIG straordinaria e già si prefigura un nuovo termine alla fine di ottobre, un autunno caldissimo.

Economia Politica
Fermiamo chi vuole rottamare la “Last Generation Eu”

Non c’è pace per il Governo. Giusto il tempo di incassare l’approvazione per il paragrafo Italia del programma Next Generation EU che arriva sul tavolo la sentenza n.128 della Corte Costituzionale che ci ricorda che molti italiani rischiano in piena crisi pandemica di perdere l’abitazione principale.

Giustizia
Il giudice onorario, ghostwriter a cottimo della giustizia italiana

I Giudici di Pace amministrano in via esclusiva la sanzione di alcuni reati minori, il contenzioso civile di valore minore e, tra gli altri, anche i contenziosi avverso i decreti di espulsione emessi dal Prefetto. Ma i giudici onorari li trovate anche in Tribunale ed in Corte di Appello come componenti dei collegi giudicanti. Il loro numero è cresciuto negli anni e la mole di lavoro svolta è enorme, probabilmente senza la magistratura onoraria la paralisi della giustizia italiana sarebbe ancora più grave di quanto non è già oggi.

LabRoma
Le ciclabili della discordia. A via Gregorio VII in bici fra pericoli e smog

Siamo nel XIII Municipio di Roma, in via Gregorio VII. Da qualche mese la circolazione su questa arteria nevralgica per la città è diventata impossibile e peggiorerà presto, man mano che l’allentamento delle misure di limitazione della circolazione, imposte dalla pandemia, saranno revocate ed il traffico veicolare tornerà normale.

Giustizia
Il processo telematico allunga i tempi della giustizia

In questi giorni si palesa all’orizzonte l’ennesima riforma del processo civile, promessa all’Europa per accedere ai fondi post pandemia. Troppe riforme hanno portato il processo civile ad una paralisi indegna di una società civile con costi di contributi unificati (le vecchie marche da bollo) che per un contenzioso immobiliare superano 7.000 euro per i tre gradi di giudizio, oltre onorari di avvocato e costi di registrazione (3%) dell’importo stabilito in sentenza.