Sergio Mattarella

Politica
Giorgia Meloni, la leader secchiona che guida il primo partito d’Italia

Giorgia Meloni la leader a testa alta e passo sicuro. Lo ha imparato da ragazzina che se scappi i vigliacchi ti inseguono. Allora l’esordio fu niente male perché, scrive nel suo libro che altro non è che un diario, dette fuoco alla propria casa. Per farla fuori ci hanno provato a dipingerla come una ragazzina ingenua e donchisciottesca, ma è finita che da donna grande una casa l’ha ricostruita, quella della destra italiana. Secchiona, quanto basta per conoscere bene ciò di cui parla, crede nel diritto alla vita, nella famiglia composta da una mamma ed un papà, contraria alle ingiustizie ed alle furbate.

Attualità Politica
Dal calcio la lezione alla politica. Gli azzurri di Mancini Leoni d’Europa

Per una notte l’Italia la fa da padrona in Europa. Lo fa nel tempio del calcio londinese, giocando una finale del campionato europeo di calcio in trasferta, davanti a sessantamila inglesi altezzosi e alticci, talmente campioni di sportività, il cosiddetto stile british, da abbandonare gli spalti senza assistere alla meritata premiazione. Ma questa è un’altra storia.

Politica
Nel Paese delle proroghe anche il diritto di voto finisce fra i rinvii

L’Italia è il paese del rinvio. Numerosi sono i casi di riforme approvate in pompa magna dai governi e mai attuate dai governi medesimi o da quelli successivi. Numerosi i casi di rinvio a tempo, determinato o indeterminato, dell’applicazione di norme di legge già approvate: c’è anche un apposito decreto, approvato ogni anno, il c.d. mille-proroghe nel quale si proroga qualunque cosa, dall’applicazione di un’imposta all’entrata in vigore di una riforma ( es.: il codice della crisi).