Punto e virgola. Perché Grillo la butta in caciara
settembre 26, 2017
Maxibollette: “Se si vuole, i tempi per approvare la legge ci sono”
settembre 27, 2017
Mostra tutto

G7 Industria e ICT. Calenda: “Accordo su princìpi e strategie”

L’Italia punta ancora su Industria 4.0: le risorse sulla formazione e per rimodulare il super-ammortamento

di Stefano Consonni

“Abbiamo trovato un accordo sia sui principi che sulle strategie di policy comuni in diverse aree” come “la cybersecurity, la proprietà intellettuale e gli standard internazionali”. Al termine del G7 Industria e ICT di Torino, il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha dichiarato che il vertice “appena concluso è stato molto fruttuoso, abbiamo adottato una dichiarazione finale ambiziosa e approfondita con tre diversi allegati su pmiintelligenza artificialecybersecurity, che indicano la posizione del G7 su una vasta serie di temi che riguardano la trasformazione digitale dei nostri sistemi economici.

La trasformazione digitale spaventa come tutti i cambiamenti che acquisiscono una velocità difficile da controllare, aggiunge Calenda: questa rivoluzione consentirà “progressi inimmaginabili. Ad esempio, sul piano del welfare, avremo sistemi sostenibili solo se avremo un pieno utilizzo dei big data e dell’intelligenza artificiale”. All’interno di questi rivolgimenti il ruolo “di noi Policy Maker” è quello di “monitorare cosa accade, ed iniziare a disegnare con un tratto di matita, quali sono i principi che lo devono governare” stando ben attenti a non “costruire una gabbia che freni il cambiamento”.

Lato Italia viene rinnovato il sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico alle aziende che investono in digitalizzazione e nuove tecnologie con l’annuncio di un piano da 20 miliardi di euro che conferma «Industria 4.0» anche per il prossimo anno e punta a potenziarla: “Il Governo non ridurrà le risorse” sostiene Calenda a margine del vertice, “saranno ridistribuite spostandone sulla formazione e rimodulando il super-ammortamento”.

Scarica la Dichiarazione “Making the Next Production Revolution Inclusive, Open and Secure”

Scarica l’Annex 1 “G7 Common Policy Approaches for SmeS’ Competitiviness and Inclusiveness in the Npr”

Scarica l’Annex 2 “G7 Multistakeholder Exchange on Human Centric Ai for our Societies”

Scarica l’Annex 3 “G7 Actions for Enhancing Cybersecurity for Businesses”

Stefano Consonni

Stefano Consonni

Stefano Consonni si è laureato in Scienze Filosofiche con una tesi sul funzionamento del potere nella società contemporanea.Ha iniziato a lavorare nel settore delle Relazioni Esterne e Public Affairs durante gli anni di studio. Dopo un breve periodo come Business Development Manager, è attualmente Public Affairs & Digital Policy di Adl Consulting e Presidente di IDeal – Organization for Digital Politics, associazione con lo scopo di coinvolgere le giovani generazioni nel dibattito politico contemporaneo e divulgare gli studi sulle implicazioni della tecnologia sulla politica. Collabora con le testate Gli Stati Generali, Persone&Conoscenze e LabParlamento
Stefano Consonni