Economia

Bankitalia, ancora attive 128 miliardi di euro di moratorie su prestiti a famiglie e imprese

Banca d’Italia ha pubblicato lo scorso 30 giugno 2021 i risultati della rilevazione effettuata dalla task force costituita per promuovere l’attuazione delle misure a sostegno della liquidità adottate dal Governo per far fronte all’emergenza Covid-19. La task force è composta da: Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dello Sviluppo Economico, Banca d’Italia, Associazione Bancaria Italiana, Mediocredito Centrale e Sace. 

Per quanto riguarda il credito e la liquidità per famiglie e imprese, sono ancora attive moratorie su prestiti del valore di 128 miliardi di euro, a fronte di 1,2 milioni di sospensioni accordate, pari a circa il 46% di tutte le moratorie accordate da marzo 2020 (circa 280 miliardi). 

Il valore delle richieste al Fondo di Garanzia PMI è pari a oltre 182,2 miliardi di euro. I volumi complessivi dei prestiti garantiti da Sace raggiungono i 26,1 miliardi di euro. Attraverso ‘Garanzia Italia’ di Sace i volumi dei prestiti garantiti raggiungono i 26,1 miliardi di euro, su 2.618 richieste ricevute. La Banca d’Italia continua a rilevare presso le banche, con cadenza settimanale, i dati riguardanti l’attuazione delle misure governative relative ai decreti-legge ‘Cura Italia’ e ‘Liquidità’, le iniziative di categoria e quelle offerte bilateralmente dalle singole banche alla propria clientela. 

Sono attive moratorie a favore delle famiglie a fronte di prestiti per 19 miliardi di euro, di cui 4 per la sospensione delle rate del mutuo sulla prima casa (accesso al cd. Fondo Gasparrini). Le moratorie dell’ABI e dell’Assofin rivolte alle famiglie riguardano circa 2 miliardi di prestiti. 

Il Ministero dello Sviluppo Economico e Mediocredito Centrale (MCC) segnalano che sono complessivamente 2.251.280 le richieste di garanzie pervenute al Fondo di Garanzia nel periodo dal 17 marzo 2020 al 29 giugno 2021 per richiedere le garanzie ai finanziamenti in favore di imprese, artigiani, autonomi e professionisti, per un importo complessivo di oltre 182,2 miliardi di euro. 

In particolare, le domande arrivate e relative alle misure introdotte con i decreti ‘Cura Italia’ e ‘Liquidità’ sono 2.239.782 pari ad un importo di circa 181,1 miliardi di euro. Infine, salgono a circa 26,1 miliardi di euro, i volumi complessivi dei prestiti garantiti nell’ambito di “Garanzia Italia”, lo strumento di SACE per sostenere le imprese italiane colpite dall’emergenza Covid-19.