Cultura

Il ritorno del Barone immaginario

Julius Evola è stato e continua ad essere un “personaggio” capace di sollecitare tanto la curiosità degli storici quanto l’inventiva di scrittori, intellettuali e saggisti attratti dalle numerose ispirazioni narrative che il Barone è in grado di offrire.

Intorno ad Evola sono nati così i 17 racconti contenuti in questa raccolta. Trame sia “realistiche” che “fantastiche”, tratte talvolta dalla sua vita movimentata, rimasta tale anche dopo l’incidente di Vienna che lo costrinse alla immobilità, talaltra dalla poliedricità delle sue idee e delle sue attività intellettuali. Basti pensare ai suoi tanti viaggi in Italia e in giro per l’Europa, alle figure di primo piano che ha conosciuto e frequentato, al suo essere stato pittore e uomo di mondo, filosofo e alpinista, poeta ed esoterista, giornalista e politologo, e così via. Un perfetto motore immobile per stimolare l’immaginazione di alcune delle penne che più l’hanno apprezzato, compreso, approfondito e tramandato.

Chiusa l’ultima pagina al lettore sembrerà di aver avuto di fronte sempre il medesimo protagonista dalle molteplici sfaccettature, dai volti solo in apparenza diversi ma alla fine sempre lo stesso, dal bambino che ha un sogno a undici anni, all’anziano studioso che è in attesa di risolvere un antico patto.