Cultura

Cinque libri per evadere (o far passare prima il lockdown!)

Ci risiamo. Porte chiuse, strade vuote, saracinesche abbassate.
È il lockdown, o clausura, versione 2021, in occasione della Pasqua. Che gioia.
Le regole del caso – inutile ripeterle – le conosciamo tutti a menadito, i disagi e le scocciature anche.
Volendo dunque per carità di Patria lasciar perdere le pur giuste recriminazioni su quanto sta avvenendo e che speravamo invece non accadesse più, ecco che dobbiamo confrontarci ancora con la tortura dei simil arresti domiciliari.
Sì, ci toccano altre settimane asserragliati fra divani, tv e corridoi di casa da misurare un passo per volta, e bisognerà pur affrontarle. Se però lo smartphone vi ha ormai spezzato i polsi, Netflix non ha più niente da proporre, e il gatto di casa inizia a non poterne più di carezze troppo insistenti, forse è il caso di ripescare una soluzione più semplice ed efficace. È lì sullo scaffale, dimenticata dal primo isolamento della scorsa primavera, quando forse ci avevate anche pensato. Riconoscete quell’oggetto? Sì, lui: il libro!
Diceva infatti Cicerone che per essere felici bastano una biblioteca e un giardino. E se per il secondo proprio non possiamo aiutarvi, quanto ai libri qualche titolo buono possiamo fornirvelo. Appuntateveli, e soprattutto, leggeteli!

  • La novità: Visioni – i racconti, di Harlan Ellison (Mondadori, 25.00 euro)
    In un unico colpo, tutte e sessantasei le storie di uno dei più grandi autori di fantascienza. Racconti noti e non che hanno fatto come si suol dire la storia del genere, e che non hanno perso niente della loro capacità di stupire e intrattenere, facendovi dimenticare di essere rimasti come sempre in poltrona.
  • Il classico: Dante – Tutte le opere. (Giunti-Barbera, 24.00 euro).
    Con l’occasione dello scoccare dei 700 anni dalla morte di Dante, i saggi e i contributi a tema in uscita o appena pubblicati non si contano. Forse, però, Dante sarebbe anche il caso di rileggerlo “dal vivo”. Niente di meglio di questo volume (enorme, oltre 1200 pagine) che raccoglie come da titolo tutti i suoi scritti. Perché i Maestri vanno incontrati di persona!
  • Il giallo: La palude dei fuochi erranti, di Eraldo Baldini (Rizzoli, 12.00 Euro).
    Non un semplice giallo, ma un vero e proprio thriller storico, ambientato in una Italia seicentesca dove il male prende le forme della peste e dell’omicidio. E tra fuochi fatui e leggende diaboliche, opera anche una mano assassina. Un intrigo di quelli che fanno paura anche quando sapete (o forse proprio per questo) chi c’è dietro.
  • Il saggio: Marte. L’ultima frontiera, di Sara S. Johnson (Sperling&Kupfner, 17,90 euro).
    Dopo anni di oblio, la corsa allo spazio è tornata sulla breccia, e Marte è il nuovo obiettivo da raggiungere. Mentre le sonde di tutto il mondofanno a gara per esplorarlo e mapparlo, il prossimo passo è già vicino: farci arrivare uomini in carne e ossa, veri e propri esploratori del cosmo alla vecchia maniera. Fra queste pagine, un’analisi della sfida, alla luce delle nuove possibilità tecnologiche.
  • L’ultimo rimedio: Storia della solitudine, di Aurelio Musi. (Neri Pozza, 17.00 euro).
    Ok, sbattiamoci la faccia: dato che siamo costretti a passare molto tempo da soli, forse analizzare il significato di questa condizione, sui cui hanno riflettuto nei secoli letterati,filosofi e uomini di scienza, può aiutarci a viverla meglio, e a ripensare le nostre abitudini anche e soprattutto quando il momento di chiusura sarà passato. Per coraggiosi.