Mogherini: “L’Europa è ciò che decidiamo di farne”
marzo 9, 2017
M5S, quell’errore politico che potrebbe ripetersi
marzo 10, 2017
Mostra tutto

Online i testi dei programmi su cui si pronunceranno iscritti ed elettori dem

di Andrea Spuntarelli

Sono stati pubblicati i testi delle linee politico-programmatiche presentate dai tre candidati alla segreteria del Partito Democratico: Matteo Renzi, Andrea Orlando e Michele Emiliano.

Le mozioni rappresentano la base di contenuti su cui si pronunceranno gli iscritti ed elettori che parteciperanno alle varie fasi del Congresso Pd, che si concluderà con le primarie del prossimo 30 aprile.

Il primo a rendere noto il proprio manifesto era stato Renzi, che con un’E-news rilanciata su Facebook ha dato appuntamento al Lingotto di Torino, dove dal 10 al 12 marzo l’ex premier rilancerà, presentando il ticket con il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, la propria visione del partito e del Paese.

In seguito è stato il turno di Orlando, autore di “Unire l’Italia, unire il Pd”, mozione più estesa di quelle presentate dai competitor e corredata da un numero simbolico di firme a sostegno della candidatura del Guardasigilli (1996, come l’anno di nascita del primo Governo guidato da Romano Prodi).

Ultimo in ordine temporale è arrivato Emiliano, che con una conferenza stampa tenuta nel circolo dem “Giubbonari” di Roma ha lanciato “L’Italia è il nostro partito”, documento che già nelle sue parole d’ordine (“Costituzione”, “Resistenza”, “Giustizia sociale”) rispecchia il carattere della sfida lanciata dal presidente della Puglia.

Andrea Spuntarelli

Andrea Spuntarelli

Andrea Spuntarelli, è nato a Roma nel 1988. Laureato in Scienze Politiche e della Comunicazione (Triennale) e in Scienze di Governo e della Comunicazione Pubblica (Magistrale) presso la Luiss Guido Carli di Roma, dal 2014 lavora in Adl Consulting, dove attualmente ricopre il ruolo di Senior Policy Analyst. Scrive per LabParlamento fin dalla registrazione del sito come testata giornalistica. Dopo essere stato Assistente del Direttore responsabile, è ora Project manager del giornale.
Andrea Spuntarelli