Cinema, primo ok del Senato alla riforma del settore
ottobre 6, 2016
Il venerdì di LabParlamento (3 – 7 ottobre 2016)
ottobre 7, 2016
Mostra tutto

Responsabilità sociale d’impresa, al via il recepimento della Direttiva Ue

di Nicola Orrù

Il Governo ha approvato in via preliminare il D. Lgs. sulla comunicazione di informazioni di carattere non finanziario

Il Consiglio dei Ministri di martedì 4 ottobre ha approvato in via preliminare il Decreto legislativo di recepimento della Direttiva comunitaria 2014/95/UE, la quale reca modifiche alla Direttiva 2013/34/UE in materia di comunicazioni di informazioni di carattere non finanziario da parte di  imprese e gruppi economici di grandi dimensioni.

In particolare, le aziende avranno l’obbligo di presentare una dichiarazione non finanziaria contenente le informazioni ambientali e sociali relative al personale, al rispetto dei diritti umani e alla lotta contro la corruzione. Tale dichiarazione è ormai riconosciuta come uno strumento basilare per il passaggio a un’economia globale sostenibile, congiungendo giustizia sociale e protezione dell’ambiente mediante una maggiore responsabilità sociale da parte delle imprese.

Saranno tenute alla redazione di questa comunicazione le società quotate, le banche e le compagnie assicurative che soddisfino alcuni requisiti: aver avuto nell’ultimo esercizio, in media, più di 500 dipendenti, oppure avere uno stato patrimoniale superiore a 20 milioni di euro o ricavi netti delle vendite e prestazioni superiori a 40 milioni di euro. I gruppi e le società interessate avranno l’onere di presentare la dichiarazione presso il Registro delle imprese, oltre che di pubblicarla sul proprio sito internet.

Il termine di recepimento della Direttiva è fissato al 6 dicembre 2016, con relativa applicazione delle disposizioni a partire dagli esercizi finanziari aventi inizio il 1°gennaio 2017.