Centrosinistra. Torna il “fattore P” nel week-end delle scelte
novembre 20, 2017
Focus Parlamento:
20-25 novembre
novembre 20, 2017
Mostra tutto

Ostia: vince l’M5S, ma la fiducia nelle Istituzioni è ai minimi

La sindaca di Roma Virginia Raggi e (a destra) la neo Presidente del Municipio X, Giuliana Di Pillo. Photo credits: Corriere della Sera

Giuliana Di Pillo è la nuova Presidente dopo il commissariamento per Mafia Capitale. Raggi: “I cittadini sono con noi”. Ma due elettori su tre disertano il voto…

 di Andrea Spuntarelli

Si è chiusa con la vittoria della candidata del Movimento 5 Stelle Giuliana Di Pillo, almeno dal punto di vista elettorale, la vicenda del voto municipale di Ostia.

Con 35.691 voti (pari a circa il 60% delle preferenze espresse) l’esponente pentastellata si è infatti aggiudicata il ballottaggio per la carica di Presidente del Municipio X di Roma, superando la concorrenza di Monica Picca del centrodestra, ferma al 40% dei consensi (pari a un totale di 24.196 schede). “È la vittoria di tutti i cittadini e della voglia di rinascita” ha commentato Di Pillo, ai cui festeggiamenti si è aggiunta la sindaca della Capitale Virginia Raggi, convinta che l’esito della contesa dimostri che “i cittadini romani sono con noi e per il cambiamento”. Da parte sua Picca, pur rivolgendo i propri auguri alla neo Presidente, ha puntato il dito sul sostegno che (a suo giudizio) l’M5S avrebbe ricevuto al secondo turno da Casapound e dal clan Spada, come dimostrerebbero i dati di alcuni seggi “di frontiera” del litorale capitolino.

Al di là dei ragionamenti di carattere politico (appare chiaro che il Movimento 5 Stelle ha saputo pescare più del centrodestra nei vari bacini in “libera uscita” dopo il primo turno), il dato che più di ogni altro attira l’attenzione è quello relativo all’affluenza.

Come già accaduto il 5 novembre scorso, solo un elettore su tre è andato alle urne, e questo rappresenta inequivocabilmente un segnale di profonda sfiducia dei cittadini di Ostia nei confronti delle Istituzioni. Se a questo si aggiunge il clima che da tempo si è venuto a creare nel X Municipio, e che solo negli ultimi giorni è diventato di dominio pubblico in seguito ad aggressioni ai giornalisti e intimidazioni a sedi di partito, il quadro che si ottiene è quello di uno Stato che ha molta strada da fare per riaffermare la propria presenza nel litorale romano. Dunque, il compito che attende Giuliana Di Pillo è tutt’altro che semplice, dopo oltre due anni di commissariamento dovuti all’inchiesta Mafia Capitale.

Andrea Spuntarelli

Andrea Spuntarelli

Andrea Spuntarelli, è nato a Roma nel 1988. Laureato in Scienze Politiche e della Comunicazione (Triennale) e in Scienze di Governo e della Comunicazione Pubblica (Magistrale) presso la Luiss Guido Carli di Roma, dal 2014 lavora in Adl Consulting, dove attualmente ricopre il ruolo di Senior Policy Analyst. Scrive per LabParlamento fin dalla registrazione del sito come testata giornalistica. Dopo essere stato Assistente del Direttore responsabile, è ora Project manager del giornale.
Andrea Spuntarelli