Dallo ius soli alla riforma elettorale: il programma delle Camere per settembre
Agosto 4, 2017
Legge Concorrenza: speciale sulle novità per i professionisti
Agosto 28, 2017
Mostra tutto

Energia. Sen: consultazione, nuova proroga al 12 settembre

Decisa da Mise e Minambiente su richiesta della Camera, che aveva proposto il 15

di LabParlamento

Ancora una proroga per la consultazione della Sen, la Strategia Energetica Nazionale. Mise e Minambiente, con una nota ufficiale, hanno deciso infatti di far slittare il termine dell’operazione avviata il 12 giugno, dal 31 agosto al 12 settembre. “Sono pervenuti numerosi contributi ed ulteriori richieste di proroga”, si spiega. “La decisione è stata presa in considerazione dell’attenzione rivolta al tema, alla complessità dell’argomento ed alla sua portata strategica sulle traiettorie di sviluppo del Paese, che richiedono una approfondita analisi congiunta da parte dei due competenti Ministeri”.

In precedenza, in una lettera a firma dei presidenti delle commissioni Ambiente e Attività Produttive della Camera, Ermete Realacci e Guglielmo Epifani, inviata a Parlamento già in ferie ai ministri Calenda e Galletti, si informava in maniera semi-ufficiale di aver ottenuto un rinvio al 15 settembre. Una uscita che in qualche modo anticipava decisioni che, invece, non erano state ancora prese.

Nella lettera tra l’altro i due presidenti, oltre alla proroga, proponevano di allungare dal 2030 al 2050 l’orizzonte temporale della Strategia, anche per tenere conto di quanto previsto nei Piani clima-energia della Ue. Ancora: di  porsi un obiettivo di produzione elettrica al 100% da fonti rinnovabili; di confermare e se possibile accelerare l’uscita dal carbone e, assieme, di verificare al meglio il ricorso transitorio al gas; di spingere sul metano nell’autotrazione facendo attenzione, invece, al ricorso agli incentivi per l’auto elettrica; infine di semplificare la normativa sulle rinnovabili, rafforzando le politiche di incentivazione fiscale nell’edilizia.

Il rinvio della consultazione, che ora dovrà essere ratificato dagli uffici alla ripresa dei lavori parlamentari, potrebbe far slittare anche le decisioni in merito da parte del Senato. Le Commissioni Ambiente e Industria avevano stabilito infatti di presentare una risoluzione sulla Sen la seconda settimana di settembre, circa quindici giorni dopo la chiusura, a quel momento ufficiale, delle consultazioni.