LabRoma

Emergenza sepolture. La Raggi si scusa con Romano

Dopo il post choc da parte dell’Onorevole Andrea Romano, che attraverso i social network aveva ferocemente attaccato Virginia Raggi sull’emergenza cimiteriale di Roma, accusandola di non poter dare degna sepoltura al figlio prematuramente scomparso, la Sindaca attraverso una nota sul suo profilo Facebook, oltre ad esprimere vicinanza e porgere le proprie scuse all’Onorevole, aggiorna la cittadinanza sull’emergenza.

Ho il cuore colmo di dolore. Dolore per la sofferenza di un padre che ha perso da poco un figlio e che ha espresso la rabbia di non poterlo neanche piangere al cimitero. Un dolore per la perdita di un proprio caro che accomuna tante famiglie, soprattutto in questo periodo”, scrive la Raggi. “Ieri ho chiamato Andrea Romano per esprimergli la mia vicinanza; per dirgli che, da madre, posso soltanto lontanamente immaginare cosa stia provando. Mi sono scusata pubblicamente con una nota perché ho ritenuto giusto farlo”, ha proseguito la Sindaca.

Ho convocato l’azienda che cura i cimiteri per chiedere cosa sia accaduto – conclude – al di là delle motivazioni dei ritardi legati all’emergenza Covid, mi è stato assicurato un intervento straordinario per fare fronte all’aumento del numero di sepolture”. Una situazione non più sostenibile, che nei giorni scorsi ha visto anche scendere in piazza oltre ai cittadini, le Onoranze Funebri della Capitale, il cui lavoro è fortemente condizionato dall’emergenza in corso.