Rapporto Istat. Fico: “Base per azione di Governo e Parlamento”. I punti principali
maggio 16, 2018
Né “vecchia politica” né “calciomercato”: la scelta del premier è centrale
maggio 16, 2018
Mostra tutto

Sviluppo sostenibile: in GU la Delibera Cipe sulla Strategia

Pubblicato il testo del documento accolto da Palazzo Chigi lo scorso ottobre. I contenuti saranno affinati in un Tavolo interistituzionale costituito dal Mattm

di A.S.

È stata resa nota sulla Gazzetta Ufficiale di ieri 15 maggio la Delibera con cui il Cipe nella riunione del 22 dicembre 2017 ha approvato la Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile.

La Strategia era stata accolta dal Consiglio dei Ministri il 2 ottobre 2017, e in quella circostanza il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti l’aveva definita “lo strumento attorno al quale edificare l’Italia dei prossimi decenni”, dal momento che tramite essa verrà data attuazione all’Agenda 2030 messa a punto dall’Onu.

Nella Delibera si chiarisce che la quantificazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile articolati nelle sezioni Persone, Pianeta, Prosperità, Pace e Partnership, nonché l’individuazione dei metodi per il loro monitoraggio, sarà affidata a un ulteriore documento del Ministero dell’Ambiente nel quale troveranno spazio anche le misure per la loro attuazione, nel quadro delle risorse disponibili a legislazione vigente e nel rispetto degli obiettivi di finanza pubblica.

Inoltre, il Mattm costituirà con il Ministero dell’Economia, le Regioni e i Ministeri di volta in volta interessati un Tavolo interistituzionale per affinare i contenuti della Strategia, ed entro il 31 dicembre di ogni anno (a partire dal 2018) dovrà riferire al Cipe sugli esiti delle azioni intraprese.

Sempre in ambito di Strategia per lo sviluppo sostenibile, sul sito Web del Ministero dell’Ambiente è stato pubblicato un bando rivolto ad associazioni, cooperative e imprese per il supporto di progetti di sensibilizzazione sui temi dell’economia circolare. Le risorse stanziate per l’iniziativa ammontano a 400.000 euro, e per ogni proposta il finanziamento non potrà superare i 35.000 euro. Il termine per la presentazione delle domande sarà aperto dal 22 maggio fino al prossimo 30 giugno.